Montascale per Carrozzine, come funzionano e dove trovarli

Come Funzionano i Montascale per Carrozzine

Il montascale per carrozzine è un prodotto che risulta essere di grandissimo aiuto per chi riesce a spostarsi solo grazie all’ausilio di una sedia a rotelle.

Parliamo quindi di disabili e di persone anziane che ogni giorno si trovano ad affrontare le barriere architettoniche, non solo nei luoghi pubblici ma anche per accedere alla propria abitazione o in alcuni casi presenti nella stessa.

Esistono diversi tipi di montascale per carrozzine, i cui prezzi possono essere trovati su prezzimontascale.eu ma possiamo principalmente distinguere due differenti gruppi: quelli fissi e quelli mobili.

 

Montascale per Carrozzine Fissi

I montascale fissi sono quelli più conosciuti, cioè quelli che vengono installati lungo la parete che costeggia la scalinata che si dovrà affrontare. Vengono chiamati nello specifico con il nome di servoscale. Il servoscala permette quindi al disabile o alla persona anziana con difficoltà motorie di superare la barriera architettonica che le scale vanno a rappresentare.

Come funzionano? Il trasportato potrà salire sul servoscala con tutta la sua carrozzina. Solitamente questo tipo di montascale è dotato di pedana, il trasportato dovrà quindi salire sulla pedana, mettersi in sicurezza ed utilizzare l’apposito telecomando (o joystick) per farsi trasportare al livello desiderato. Una volta raggiunto il piano scelto non si dovrà fare altro che rimuovere i sistemi di sicurezza e scendere tranquillamente dalla piattaforma. Si tratta quindi di un sistema che permette di eludere il problema delle barriere architettoniche rappresentate dalle scale.

 

Montascale per Carrozzine Mobili

Parliamo ora dei montascale mobili. Si tratta di prodotti che possono essere trasportati anche nella propria automobile col fine di poterli utilizzare in qualsiasi luogo che altrimenti potrebbe risultare impervio a chi è seduto su una carrozzina. La maggior parte di questi modelli è dotato di cingoli e difatti vengono chiamati con il termine di montascale cingolati. Ne esistono di due tipi differenti, i primi permettono al disabile di utilizzarlo con tutta la carrozzina, i secondi invece possono essere utilizzati al posto di quest’ultima permettendo all’aiutante di sostenere un peso minore. Abbiamo parlato di “aiutante”, e difatti l’uso di un montascale cingolato prevede quasi sempre la presenza di una seconda persona che aiuti il trasportato lungo tutta la rampa di scale. Per alcune scale più particolari ed insidiose come una scala a chiocciola potrebbero essere necessarie anche due persone. Esistono anche dei modelli più tecnologici (e di conseguenza più costosi) che risultano essere motorizzati e che è possibile utilizzarli anche senza l’ausilio di una seconda persona.

 

Legge 13 del 1989 contro le barriere architettoniche

Il montascale per carrozzine in quanto prodotto per abbattere le barriere architettoniche risulta essere tra quei prodotti per cui, secondo la normativa della Legge 13 del 1989, il disabile o la persona anziana possono richiedere dei contributi Statali di tipo economico per rientrare in una parte della spesa effettuata per il loro acquisto. Per richiedere tali fondi sarà sufficiente la richiesta di un certificato medico al proprio medico di famiglia nel quale dovrà essere specificato che il paziente in questione ha dei problemi di natura motori e non è pertanto in grado di affrontare in maniera autonoma una rampa di scale.